07 febbraio 2013

La live-cronaca del diciottesimo episodio

I nostri giudici a Portofino

[ Rivivi tutti i migliori momenti di questo episodio attraverso la gallery di foto e video! ]

22.15 - Pronti per un nuovo episodio del talent show culinario più famoso del mondo! Previously on MasterChef: all’Invention Test, la chef Paola Budel ha premiato la bravura di Maurizio, riuscito nell’impresa di ricreare il piatto a base di schie. Ivan è invece risultato il peggiore della prova, ed è stato costretto a indossare il grembiule nero: sfiderà al Duello il peggiore del Pressure Test. Oggi siamo invece in uno dei più romantici porti del mondo: Portofino, il fiore all’occhiello della riviera ligure! Dimenticatevi le squadre: oggi i nostri aspiranti chef gareggeranno gli uni contro gli altri, un tutti contro tutti che porterà ad un solo vincitore, che avrà il privilegio di evitarsi il temutissimo Pressure Test.

22.16 - Vedete l’ora scritta qui di fianco? Scordatevela: è già l’alba. Mentre voi vi preparate il cappuccino, a Portofino ogni giorno un pescatore si sveglia e sa che dovrà navigare più veloce dei pesci che vuole pescare. Oggi però è un giorno speciale, e nella piazzetta del porticciolo ligure si sfideranno i nostri 5 aspiranti chef: Daiana, Marika, Maurizio, Tiziana e Andrea. “Fiore all’occhiello della riviera ligure” l’abbiamo già detto? Beh, nel dubbio, ce lo ripete Cracco. La varietà di pesce pescato a Portofino sarà la base della prova di oggi: i nostri chef in erba dovranno scegliere le materie prime, ideare e cucinare il piatto. Tutto da soli. A giudicare i piatti tre severi critici gastronomici: Davide Paolini del Sole 24 Ore, Allan Bay del Corriere della Sera e il direttore di Slow Food Editore Marco Bolasco. 10 minuti di tempo per scegliere il pesce e ideare il piatto. 45 minuti di tempo per preparare il piatto. I tre critici assaggeranno ogni piatto e attribuiranno ad esso un voto. Chi avrà ricevuto i voti più alti sarà salvo, gli altri quattro affronteranno il Pressure Test. Tutto chiaro?

22.19 - Maurizio, vincitore dell’Invention Test, ha 5 minuti in più per fare la spesa, e parte per primo. Warning: tutto ciò che acquisteranno dovrà essere cucinato. Maurizio inizia prendendo uno scorfano, delle canocchie, calamari e scampi, tutti fiori all’occhiello del mar ligure. Arrivano poi tutti gli altri: Daiana prende dei moscardini, Marika degli occhioni, Tiziana delle seppie. Andrea invece, sebbene sia il più alto, sembra uno di quei bimbi che si alza in punta di piedi per farsi notare: “dai però ché a me manca il pesce!”. Poi pure lui, finalmente, riesce a fare la sua spesa. Spesa che continua nelle altre botteghe del villaggio.

22.22 - Daiana farà un cacciucco con i pesci cotti e passati. Marika una crema di totani e cipolla di tropea, l’occhione gratinato e un piccolo tortino di zucchine e scampi.  Maurizio una zuppa con i pesci del fondale di Portofino, con scogli su cui adagerà dei pesci (?). Puliscili bene gli scogli almeno, Maurizio. Tiziana delle polpettine tratte dalla carne di quattro pesci diversi aromatizzati in modo differente e una salsa di pomodoro e zenzero. Andrea dei maltagliati alla scorza di limone accompagnati da un ragù di scorfano. Che dire, tutti fiori all’occhiello della cucina a base di pesce. L’ordine di uscita sarà Tiziana, Andrea, Marika, Maurizio e Daiana. 45 minuti a partire da ORA!

22.28 - Quando Tiziana è andata a sfilettare il pesce l’ha trovato pieno di spine: naufraga così la sua idea di fare delle polpettine. Lo chef Barbieri la mette in guardia: “cambiare le cose in corso d’opera è molto rischioso!”. L’Avvocato comunque ripiega su una marmellata di pomodori e zenzero e su un’insalata d’accompagnamento con una vinaigrette all’arancia. I giudici non sembrano del tutto convinti. Poi passano a trovare Marika, alle prese della cottura di uno dei fiori all’occhiello dei molluschi: il totano. E si stupisce di come siano già trascorsi trenta minuti. Marika, ovviamente, non il totano.  Andrea invece sta azzardando una pasta fresca sotto al cocente sole della Liguria. Cracco infine fa notare a Maurizio l’eccesso di maggiorana nel suo brodo, mentre lo chef Barbieri con uno scatto felino gli ruba un canederlo per assaggiarlo. “Erano 4 contati, ne farò uno in più…”.

22.30 - 45 minuti trascorsi. Tiziana sarà la prima ad affrontare il giudizio dei critici. Alla fine il nostro Avvocato ha presentato una grigliata di pesce con un chutney di pomodoro e zenzero, un’insalata condita con lamponi e aneto, un granulato di pangrattato al prosciutto. I critici fanno qualche appunto sulla cottura del pesce, ma sembrano convinti. Mentre i critici stanno votando, in cucina si consuma una mezza tragedia: i maltagliati di Andrea si sono “impastrugnati” tutti. Del resto si sa, i maltagliati sono i fiori all’occhiello della pasta che si attacca. Ad ogni modo riesce comunque ad impiattare e presentare i suoi maltagliati con un ragù di scorfano e mostella, su una base di salsa di granseola e delle cipolle leggermente caramellate. Anche i critici apprezzano il coraggio di aver portato un piatto di pasta.

22.34 - Il piatto di Maurizio è molto particolare: scomposto in più parti, ha cercato di rappresentare il borgo di Portofino. Una zuppa scomposta con i pesci del fondale di Portofino, e un canederlo alle olive taggiasche. Il concetto di destrutturato disorienta un po’ i nostri critici, al punto da chiedere a Maurizio la sequenza con la quale degustare il piatto. Che abbia osato troppo? Marika e Cracco, nel mentre, parlano di totani, letti e lenzuola. Tocca a lei poi presentare il suo piatto ai critici: una crema di totani e cipolle di tropea, con un occhione fritto in una panatura croccante alle erbette aromatiche e una piccola tartare di scampi aromatizzata al limone. I critici sottolineano l’animo napoletano del piatto, che viene visto come un vantaggio ma anche come una difficoltà di adattarsi ai prodotti locali. D’altronde Marika, si sa, rappresenta il fiore all’occhiello delle aspiranti chef partenopee.  Daiana  prima piange perché si sente piccina (?), poi sottopone la sua rivisitazione del cacciucco con una quenelle di pomodori concassè aromatizzati con olio all’aglio, tartare di scampi e del pane tostato croccante. Il sapore c’è, ma secondo i critici ha cercato di fare un qualcosa in più ma così facendo ha perso qualcosa di sé. Chi sarà il vincitore della prova? Chi andrà al Pressure Test

22.44 - È il momento della classifica. Al quinto posto con un totale di 14 punti troviamo Maurizio: intenzioni ottime, ma risultato deludente. Una zuppa in un piatto piano non si fa! Al quarto posto con 15 punti Daiana: apprezzato il rischio, ma il cacciucco era poco genuino. Gradino più basso del podio per Marika (21 punti), che non ha avuto il coraggio di mettere tutta se stessa nel piatto. Chi vincerà? Andrea o Tiziana? Ma ve lo diciamo subito: è Andrea! Per un solo punto di differenza! Ha avuto “il coraggio dell’autenticità”, e per questo non rischierà l’eliminazione. Destino più avverso per gli altri quattro aspiranti chef, che ritroveremo al Pressure Test. Festeggiamo con fiori all’occhiello fritti per tutti!

22.48 - Eccoci tornati in studio! Al Pressure Test si sfideranno Marika, Daiana, Tiziana e Maurizio, mentre Andrea si godrà tutto dalla balconata, salvo. Chi perderà andrà dritto al Duello con Ivan. La prova di oggi? Preparare l’insalata russa. Sul fuoco c’è già l’acqua che bolle e i nostri aspiranti chef hanno già a disposizione tutti gli ingredienti necessari: fagiolini, carote, piselli, patate, capperi, tonno, cetrioli sott’aceto, uova, limone, olio di semi, aceto, sale e senape. 20 minuti di tempo, e Tiziana si lamenta. Così facendo diventano 30? No, rimangono 20. A partire da ora!

22.52 - Mentre tutti cucinano, Bastianich fa qualche domanda ad Ivan, il quale vorrebbe vedere al Duello Tiziana, così da vendicare la sua malefatta durante l’Invention Test. 10 minuti trascorsi. Marika sembra già aver sbagliato la cottura dei fagiolini, e Cracco consiglia a tutti di aggiungere un po’ di senape alla maionese. Manca un minuto e Daiana va nel pallone. Finito il tempo, maniinaria! Anche tu, Maurizio, sì! MANIINARIA!

22.56 - La prima a sottoporsi all’assaggio è Marika, che viene subito redarguita da Barbieri per la pirofila sporco di maionese, un impiattamento terribile e il sale inesistente. Cracco conclude con un “Neanche alla scuola elementare la mangerebbero i bambini”.

22.57 - Daiana però sembra aver fatto ancora peggio: 40/50 grammi di insalata russa. Decisamente troppo pochi. “Questa non è insalata russa, è un po’ di verdure cotte male”. Magra consolazione: la maionese l’ha fatta bene.

22.58 - Tiziana ha fatto una buona maionese, giusta di sale, ma le verdure sono poco cotte. E c’è un grosso errore: i peperoni servivano da decorazione, non andavano inseriti nell’insalata. E Maurizio ovviamente gongola. L’insalata di Maurizio non è male, ma Barbieri si sarebbe aspettato una marcia in più.

22.59 - I giudici devono ora decidere chi si giocherà il tutto per tutto al Duello con Ivan. Il migliore di oggi è Maurizio, che felice raggiunge il suo nemicoamico Andrea. Mettere i  peperoni nell’insalata russa è, a detta di Barbieri, come “buttare una bomba atomica in paradiso”, ma qualcuno ha fatto peggio di lei: Tiziana è salva, e si sente ”un fuoco d’artificio dentro”. Even brighter than the moon moon moon. L’insalata russa di Daiana era inaccettabie: è lei la peggiore di oggi.

23.00 - Siamo al Duello. Ivan vs. Daiana. Per uscire vincitori bisogna saper lavorare con la stessa manualità di un grande chef. Chi è il grande chef? Il nostro Bruno Barbieri! Ivan e Daiana dovranno ricreare un piatto che ha reso celebre il nostro Bruno e dovranno cucinarlo in contemporanea con lo chef. Il piatto è un rollè di branzino con scampi in foglie di lattuga e un guazzetto di vongole veraci e olive. Tredueuno VIA!

23.02 - Mentre lo chef Barbieri prepara il rollè racconta gli inizi della sua carriera al Trigabolo di Argenta, 25 anni fa. E Daiana è già con gli occhi a cuore. Ivan rischia invece di perdersi a causa della velocità dello chef. O meglio, più che rischiare di perdersi si perde proprio: ha schiacciato gli scampi anziché il branzino. Bastianich gli consiglia di ricominciare daccapo, o non arriva alla fine. “Avete controllato i pomodori nel forno? Io li ho già tolti!”, sottolinea lo chef. “Io miha l’ho visto che ha tirato fuori i pomodori dal forno!”, fa notare Daiana. Saranno tutti bruciati? E così, lo chef porta a termine il suo piatto. Maniinaria, per tutti!

23.05 - Il piatto di Daiana è senza guazzetto, mentre il guazzetto di Ivan è solo olio. L’antica arte della copia selvaggia non è alla portata di tutti, evidentemente. Cracco sottolinea altri errori riguardanti la lattuga. Barbieri invece critica a Daiana l’uso del pepe, la cottura dello scampo e la mancanza del sugo. Il piatto di Ivan è indietro di sale e ha sbagliato la tecnica di posizionamento del branzino. Lo chef Bruno però ha deciso: il piatto peggiore è quello di Daiana, che deve dunque abbandonare la cucina di MasterChef. Saluta i giudici – ovviamente – in lacrime: “dopo la nascita dei miei figli MasterChef è l’avventura più bella che abbia mai intrapreso”. Un saluto a Daiana, ai suoi doppi occhiali e ai suoi due mariti!

 
MasterChef Italia 2017
MasterChef Italia

Sky YAM Endemol Shine Group

Tutti i marchi Sky e i diritti di proprietà intellettuale in essi contenuti, sono di proprietà di Sky international AG e sono
utilizzati su licenza. Copyright ©2017 Sky Italia - P.IVA 04619241005 - Segnalazione abusi

Cerca su Sky

Hai dimenticato i tuoi dati di accesso? Clicca qui

Non sei registrato? Registrati ora

Recupera il tuo Sky iD
Recupera il tuo Sky iD
Recupera password
Ti informiamo che a breve riceverai una e-mail che ti permetterà di modificare la tua password
Aggiorna indirizzo email
Calcola codice fiscale
Aggiorna indirizzo email
E' stata inviata una email di conferma al nuovo indirizzo che hai specificato, la procedura di aggiornamento sarà completa non appena selezionerai il link di conferma.
Aggiorna indirizzo email
Si è verificato un errore durante la procedura di aggiornamento. Riprovare più tardi
Caricamento in corso...