26 dicembre 2013

La live cronaca del terzo episodio

[Sfoglia la GALLERY con i migliori scatti del terzo episodio di selezioni!]
[Guarda i VIDEO dei momenti più emozionanti del terzo episodio!]

Le feste non ci fermano: stasera scopriremo finalmente chi saranno i nuovi aspiranti chef che dalla prossima settimana si daranno battaglia nella cucina di MasterChef ItaliaAlle 21.10 su Sky Uno HD continuerà la prima fase di selezioniBruno BarbieriJoe Bastianich e Carlo Cracco assegneranno gli ultimi grembiuli ancora disponibili. Ai 40 rimasti in gara attenderanno le sfide più impegnative di sempre: le loro abilità culinarie, il loro sangue freddo e la loro determinazione saranno messe duramente alla prova dai nostri giudici. Chi riuscirà a meritarsi un posto nella MasterClass? Vi aspettiamo su queste pagine, su FacebookTwitter e Instagram per commentare le puntate assieme a noi!

MasterChef_3_2013_EP03_01_Giudici

20.10 - Vi state gustando un succulento pasto a basi di avanzi del cenone di Natale? Sbrigatevi, perché tra un’ora esatta su Sky Uno sarà di nuovo il momento di MasterChef! Come sempre, oltre che su queste pagine, potrete seguire la nostra cronaca in tempo reale anche su Facebook, Twitter e Instagram e commentare le selezioni con l’hashtag #MasterChefIt! Tutti sintonizzati sul canale 108 di Sky a partire dalle 21.10!

21.12 - Avete mangiato il panettone? Bravi! State ancora bevendo la grappa all’asperula del nonno? Ottimo! Ora prendete la grappa, l’asperula e il nonno e spostatevi sul divano: sta per cominciare MasterChef! Riassunto delle puntate precedenti: 15.000 candidati, in 100 davanti ai giudici. 45 minuti per cucinare, 5 minuti per assemblare il piatto. Assaggi, commenti, piatti volanti. “Ecco il tuo grembiule!”. Gioia, felicità. “Questo piato fa schifo”. Lacrime, sogni infranti. Fine del riassunto. E ora si ricomincia: altri cuochi amatoriali hanno la possibilità di giocarsi la loro chance. Siete pronti? Ma soprattutto: avete dato da bere all’asperula? E al nonno?

21.14 - Il primo a presentarsi davanti ai giudici è Alex, di 21 anni: viene dalla Romania e ha una difficile storia alle spalle. Crede molto in MasterChef: “avere il grembiule sarebbe l’unica occasione degli ultimi anni veramente buona nella mia vita”. Ha frequentato l’istituto alberghiero per tre anni, obbligato dalla mamma, ma ha iniziato ad apprezzare la cucina solo una volta andato a vivere da solo. Il suo piatto si chiama “Anatra in primavera”. Anche voi vi state chiedendo se ha usato l’asperula? Purtroppo no, ma ha usato gli asparagi. Crudi. Che Joe prontamente sputa. Stesso destino anche per l’anatra, definita qualche secondo prima da Cracco “molto buona”. Il sì dello chef Barbieri lascia Bastianich di stucco: “Un sì? Questo piato è una m***a!”. Al sì di Cracco, Bastianich abbandona lo studio indignato. Occhio Alex: al prossimo giro dovrai impegnarti molto di più!

21.18 - Tocca ora a Maria Grazia: se vincesse MasterChef aprirebbe un ristorante per persone con problemi di obesità, di ipertensione e di diabete. Impiatta un tris di crêpes, e con “tris” intendiamo proprio il celebre gioco delle crocette e dei tondini (“studiato appositamente affinché non si vinca”). Cracco definisce il tutto “’na roba triste”, mentre per Joe è un piatto “per i quasi morti”. Maria Grazia se ne va con tre no; noi invece stiamo già organizzando dei tornei di Tris per il veglione di Capodanno. Ditelo anche al nonno.

21.21 - Maria Fusillo (come la pasta sì,) vuole dimostrare agli amici che sa cucinare. Amici che però non invita a cena per non sporcare la cucina (“tanto a MasterChef non è che pulisco io, no?”). Joe non apprezza il ragionamento e le scaraventa il piatto nel cestino. Arriva poi Guido (come il verbo, sì), con un peperone ripieno delle dimensioni di un’astronave: Carlo gli consiglia di ritentare con le zucchine (“quelle piccoline però!”). Infine ecco Tiziana (come l’Avvocato, sì), che impiatta le sue “Perle del Salento” e, prima dell’assaggio, saluta tutti e se ne va. Bruno la invita a rimanere e, dopo il sì di Bastianich (come la mamma di Joe, sì), le consegna il grembiule.

21.23 - È il turno di Geraldine, 52 anni da Genova. Lavora nel settore delle energie alternative, ma il sogno è quello di diventare personal chef. Il suo piatto si chiama “Lo spuntino della sarta”, un cestino di zucchine con speck, lonza di maiale e barba di frate (da non confondere con l’asperula). “Ti chiami come la figlia di Charlie Chaplin”, le fa notare Bruno; lei risponde con un “già, è vero” (cos’altro avrebbe potuto dire, in effetti?). Bastianich è convinto, Cracco no. Lo chef Barbieri le consiglia di sgrezzarsi e di non fare mappazzoni, ma l’esito è positivo: Geraldine se ne va con un bel grembiule!

21.26 - Mentre nelle cucine Geneviève smarrisce padelle, facciamo la conoscenza del “precisissimo” Daniele, che con i 100.000 euro in palio realizzerebbe un sito e un piccolo utensile di cucina (?). Afferma di essere un informatico, un creativo, un viaggiatore, ma soprattutto di essere Daniele. Come dargli torto, del resto. Prepara dei tortelli ripieni di ragù d’anitra al cacao e, spalleggiato dai giudici, filosofeggia sul rapporto tra intelligenza e cibo. “Se vuoi vivere felice devi saper cucinare”, dice a Cracco. Un aforisma da appuntarsi sul diario, non c’è che dire. Joe lo trova “troppo intelligente” e gli rifila un no. Gli chef Cracco e Barbieri sembrano invece convinti: Daniele può uscire vittorioso con un grembiule!

21.32 - Tutto procede per il meglio: davanti ai giudici sfila una serie di piatti convincenti (sebbene tutti senza asperula), mentre in cucina Geneviève ha trovato la padella smarrita. Vostro nonno è ancora accanto a voi? Ottimo, perché ora è il momento di Jessica, che si presenta a MasterChef accompagnata dalla nonna, la sua più grande maestra di cucina. Serve la sua “Polenta e quaglie” sopra un piatto del suo colore preferito: il viola, definito da Joe “il colore più orendo che può esistere col cibo”. Barbieri lo definisce “paciacco” ed è convinto che la nonna non apprezzerebbe. Il commento di Joe è: “sembra pulenta con gelato sciolto sopra” , con un prevedibile giudizio negativo. Per lo chef Cracco è addirittura “impresentabile” e Jessica è costretta a uscire mesta senza grembiule.

21.40 - Ci siamo salutati prima della pausa con un diabolico piano di Geneviève: spacciare una ricotta di pecora qualsiasi per una pregiatissima ricotta di Piano di Sorrento. Riuscirà a farla franca? Arriva davanti ai giudici e li intontisce di parole. Che faccia parte del suo diabolico piano? Geneviève impiatta i suoi paccheri: “sembran dei petardi da qua”, commenta Barbieri. All’assaggio, Cracco indaga sulle materie prime: una tentennante Geneviève assicura che la ricotta proviene da Piano di Sorrento. “Non mi sembri molto sincera”, commenta lo chef. “È stato un giorno dentro LA frigobar, è questo il, il coso lì…”, replica lei con enorme convinzione. Lo chef Barbieri urla addirittura al mappazzone e la frittata (di petardi) è fatta: i giudici le servono due no.

21.49 - L’ultimo ad affrontare i nostri giudici è Michele, cassaintegrato della provincia di Foggia. Sul suo piano di lavoro notiamo una piantina: che sia asperula? Purtroppo no: è basilico. Ci risulta comunque che anche la grappa al basilico sia molto buona: chiedete a vostro nonno. Se vincesse MasterChef vorrebbe aprire “un bel ristorantino con della buona cucina e della gente che fa i complimenti”: come biasimarti, caro Michele! I suoi “Cavatelli di grano arso” non sembrano convincere completamente lo chef Cracco, mentre Barbieri apprezza particolarmente il guazzetto. Magicamente spunta un calice di vino, che Bastianich gusta con grande entusiasmo. E così, Michele si guadagna con facilità l’ultimo grembiule a disposizione!

Una stretta di mano soddisfatta

21.52 - I giudici si complimentano con i 40 rimasti in gara, li spaventano un po’ paventando eliminazioni e li accompagnano in un nuovo, misterioso luogo. Nella cucina di MasterChef sono comparse 40 pentole fumanti. Proprio lo stesso numero degli aspiranti chef rimasti in gara. Casualità? No, effettivamente no. Cosa accadrà ora? Vi diamo un indizio: bisognerà cucinare qualcosa in una pentola fumante.

21.54 - Qual è la prova da cui dipende il futuro dei nostri 40 aspiranti chef? È presto detto: nella nostra cucina fanno il loro trionfale ingresso 5 api! Pensate che il tema sia il miele? Vi sbagliate: il tema è la pasta al pomodoro. Ogni ape trasporta un carico di pomodori: San Marzano, Costoluto, Ciliegino, A Grappolo e Piccadilly. Assoluta libertà su quale varietà utilizzare: l’importante è riuscire a preparare la migliore pasta al pomodoro di sempre. 20 minuti di tempo a partire da ora!

21.58 - Qualcuno, come Chiara, osa con una salsa di pomodoro a crudo. Qualcun altro, come Emma, è così tranquilla da sentirsi quasi a casa (?). Alì invece taglia una quantità di cipolle tale da far piangere un esercito. In tutto ciò, 10 minuti sono già passati.

22.01 - A 5 minuti dalla fine, il grido di battaglia di Michele G. è chiarissimo: “devo fare dei migliori spaghetti che devo convincere i tre giudici”. Il tempo scorre inesorabile ed è già il momento di impiattare. Scatta il countdown, lacrime d’olio che scendono qua e là, ultimi ritocchi finali. Basta, mani in aria!

22.04 - Siamo agli assaggi: i giudici passano da Jury, che parrebbe aver trasformato il suo piatto nel lago di Garda con l’olio al posto dell’acqua. Komi ha impiattato una simpaticissima insalata di pomodori con degli spaghetti buttati nel mezzo; la salsa di pomodori crudi di Chiara ha dato quel tocco “slavato” alla sua pasta, apprezzato molto da Bruno (si coglie l’ironia, vero?). Giovanna ha abbondato con il burro, Geraldine ha sbagliato in pieno la tecnica di cottura, mentre Alberto ha aggiunto un foulard di burro, sempre gradito in queste giornate invernali. Emma e Michele G. convince tutti, mentre Rosetta ci tiene a specificare il nome del suo piatto: Animia mediterranea. Come si dice? Nomen omen, giusto? Eleonora incassa le lodi dei giudici, mentre Beatrice stupisce tutti con un pomodoro ripieno di spaghetti; anche Michele C. sembra mettere d’accordo i tre giudici. La diciottenne Margherita chiude gli assaggi: “Bruno, tu hai calze più vecchie di lei”, sentenzia mordace Joe.

22.07 - I giudici confabulano tra loro: chi saranno gli aspiranti chef che entreranno ufficialmente nella cucina di MasterChef? Ve lo diciamo subito: sono Almo, Eleonora, Michele C., Emma e Michele G.! Brindate assieme a noi con dell’ottima grappa all’asperula! Destino diametralmente opposto per Geraldine, Jury, Rosetta, Chiara e Komi: la loro avventura tra i nostri fornelli termina qui. Struggetevi sul divano assieme al nonno!

Un abbraccio di gioia

22.08 - La sfida continua! I 30 migliori cuochi amatoriali rimasti in gara dovranno affrontare prove ancora più difficili! Chi riuscirà a guadagnarsi un posto nella MasterClass? Lo scopriremo tra poco!

 
MasterChef Italia 2016
MasterChef Italia

Sky YAM Endemol Shine Group

Tutti i marchi Sky e i diritti di proprietà intellettuale in essi contenuti, sono di proprietà di Sky international AG e sono
utilizzati su licenza. Copyright ©2017 Sky Italia - P.IVA 04619241005 - Segnalazione abusi

Cerca su Sky

Hai dimenticato i tuoi dati di accesso? Clicca qui

Non sei registrato? Registrati ora

Recupera il tuo Sky iD
Recupera il tuo Sky iD
Recupera password
Ti informiamo che a breve riceverai una e-mail che ti permetterà di modificare la tua password
Aggiorna indirizzo email
Calcola codice fiscale
Aggiorna indirizzo email
E' stata inviata una email di conferma al nuovo indirizzo che hai specificato, la procedura di aggiornamento sarà completa non appena selezionerai il link di conferma.
Aggiorna indirizzo email
Si è verificato un errore durante la procedura di aggiornamento. Riprovare più tardi
Caricamento in corso...