Luigi

23 anni, graphic designer di Milano

Nulla si sa,
tutto si immagina

La mia specialità Top Media
Primo
Zucca a pois
Zucca a pois
Lessare le patate (sia quelle gialle che quelle viola) in pentola per ...
Difficoltà: Media

Luigi MasterChef 5 2015

Sono cresciuto a Padova: le scuole che ho fatto, gli amici e la famiglia sono tutti lì. Dopo aver studiato Design della comunicazione a Treviso per tre anni, da pendolare, ho deciso di trasferirmi a Milano per l’energia che trasuda. Cerco stimoli dappertutto e venire a vivere qui per me è stata una grande svolta: ho iniziato a lavorare sul serio, ho trovato l’amore e anche tanti nuovi amici con cui collaboro in ambito musicale. Vivendo da solo ho anche iniziato ad appassionarmi ad un tipo di cucina, sana e saporita, che prima non conoscevo. Da un anno a questa parte ho quindi iniziato a sperimentare tutto quello che mi stavo effettivamente perdendo: pesce, verdure, spezie e tanto altro. Per ora il mio futuro è nel campo della comunicazione, ma l’esperienza di MasterChef potrebbe aprirmi orizzonti sconosciuti. Studio per diventare Art Director e mi piacerebbe sviluppare le mie competenze in ambito musicale, visto che già faccio parte di una crew rap molto giovane della quale gestisco l’immagine a 360°. Mi ritengo una persona estremamente caotica e disordinata, ma quando lavoro e quando cucino riscopro una serenità e un ordine che diversamente non raggiungerei mai. La mia personalità ruota attorno all’essere creativo e curioso, sempre. Con la cucina ho scoperto un mondo infinito, dove non si smette mai di imparare e per questo voglio che sia parte integrante del mio futuro, prossimo o lontano. Mi capita spesso di sentirmi un androide, vivendo a contatto con la tecnologia 24h su 24, per passione e per lavoro; vorrei portare la cucina nell’universo digitale nel quale mi sento al sicuro, dove non ci sono regole né limiti alla fantasia. Chissà che un giorno non possa raccontare le mie idee e le mie ricette attraverso nuove forme di comunicazione, viralizzando sia la mia passione per il cibo che quella per la musica. Ogni giorno scopro qualcosa di me che non conoscevo e questo, oltre a farmi sentire estremamente fortunato, mi dà modo di credere in quello che faccio con entusiasmo e serenità. Viva la vita!

L'intervista esclusiva a Luigi

Sei innamorato? Sì. Ho sempre pensato che avrei saputo cos’era l’amore soltanto da vecchio, ma quando ho conosciuto Viola ho capito che non avrei mai potuto provare qualcosa di così forte e unico, è veramente speciale.
Raccontaci la tua giornata tipo: Ultimamente lavoro come freelance, quindi le mie giornate dipendono molto dal carico di lavoro che ho. Capita che passo giornate intere a progettare, davanti al computer, perdendo la cognizione del tempo. A volte invece esco e respiro: con la bocca, con il naso, con gli occhi e con il cuore. Da quando ho trasformato la mia creatività in un lavoro, mi nutro di stimoli.
Chi non ha mai smesso di credere in te? Mia nonna in primis: è il motivo per cui ho sempre avuto fiducia in quello che ho fatto e che tuttora porto avanti con decisione. I miei genitori mi hanno dato un supporto indispensabile negli anni; ora che vivo da solo, lontano da loro, è tutto diverso, ma è diventato in un certo senso più facile dimostrare loro quanto sono cresciuto e quanto valgo ora.
Cosa ti spaventa? Ho paura del mio carattere. Sono una persona molto introspettiva, anche nel mio egocentrismo, e tendo ad analizzarmi molto. Riconosco di essere pieno di difetti, mentre mi è molto molto difficile valorizzare le mie doti e quelli che sono i miei pregi. 
Lo chef a cui ti ispiri: Adoro Massimo Bottura: il suo modo di vedere il mondo è unico, l’amore che mostra per la materia prima e per la tradizione è ammirevole e commovente. Stimo un sacco Jamie Oliver.
L’ingrediente che non può mai mancare nella tua cucina: Le spezie, non ne farei mai a meno. Primo fra tutti il cumino, sia in polvere che in in semi. Mi ricorda moltissimo il profumo dell’Argentina, di Buenos Aires in particolare; ogni volta che lo uso è come fare un viaggio di 12.000 Km nei miei ricordi felici.
Sogno nel cassetto: Con Carlo, uno dei miei amici più cari, abbiamo nel cassetto un sogno piuttosto denso, per non dire ingombrante. L’idea di base è quella di un centro culturale, un circolo, dove tutto ruoti attorno ad un’idea di cucina ben precisa, fatta di profumi, colori e ricordi. Attorno a questa cucina ci piacerebbe creare un ambiente fertile, dove far nascere idee, promuovere l’arte, creare interazione e curiosità. Un piccolo paradiso, ideato e realizzato da amici/fratelli con un obiettivo comune: intrattenere e far sognare.
Cosa ti piacerebbe si dicesse di te come chef? Vorrei vedere negli occhi chi assaggia i miei piatti la stessa emozione che ci ho messo io per prepararli. Cucino spesso e volentieri per persone a cui voglio bene.
Se potessi scegliere qualcuno per cui cucinare, chi sarebbe? Senza dubbio sceglierei il mio idolo da tutta una vita: Jim Carrey. Mi piacerebbe tanto far assaggiare le mie creazioni di oggi a mio Nonno Piero, mancato quando ancora ero troppo piccolo per i fornelli. Lui nel mio cuore è l’emblema del buongustaio, un uomo che ha sempre parlato ai suoi amici anche attraverso quello che cucinava.

 

 

  • 22 gennaio 2016
    I giudici stanno incominciando a conoscere bene i cuochi amatoriali di questa edizione di MasterChef e hanno anche scoperto che dentro alcuni di ...
  • 21 gennaio 2016
    L’avventura di MasterChef per Luigi e Marzia si è conclusa, ma per i due cuochi amatoriali incomincia subito una nuova e avvincente gara, ...
  • 21 gennaio 2016
    I quattro giudici possono dire di incominciare a conoscere bene i cuochi amatoriali, al punto che in qualcuno hanno già intravisto una certa ...
  • 21 gennaio 2016
    Solo un’ora ci separa da un nuovo adrenalinico episodio di MasterChef Italia, che per giunta si preannuncia esteticamente interessante! Gli aspiranti chef affronteranno ...
  • 20 gennaio 2016
    Stasera a MasterChef Magazine Luigi ci ha presentato un piatto realizzato con un budget di massimo 5 Euro. Il graphic designer veneto ci ...
  • 15 gennaio 2016
    Che cosa succede quando permettete a 16 cuochi amatoriali di cucinare in piena libertà ispirati dal lavoro di uno chef come Carlo Cracco? ...
Le ricette di Luigi  Vedi tutte (1752)
Primo
Difficoltà: Facile
Antipasto
Difficoltà: Media
 
MasterChef Italia 2016
MasterChef Italia

Sky YAM Endemol Shine Group

Tutti i marchi Sky e i diritti di proprietà intellettuale in essi contenuti, sono di proprietà di Sky international AG e sono
utilizzati su licenza. Copyright ©2017 Sky Italia - P.IVA 04619241005 - Segnalazione abusi

Cerca su Sky

Hai dimenticato i tuoi dati di accesso? Clicca qui

Non sei registrato? Registrati ora

Recupera il tuo Sky iD
Recupera il tuo Sky iD
Recupera password
Ti informiamo che a breve riceverai una e-mail che ti permetterà di modificare la tua password
Aggiorna indirizzo email
Calcola codice fiscale
Aggiorna indirizzo email
E' stata inviata una email di conferma al nuovo indirizzo che hai specificato, la procedura di aggiornamento sarà completa non appena selezionerai il link di conferma.
Aggiorna indirizzo email
Si è verificato un errore durante la procedura di aggiornamento. Riprovare più tardi
Caricamento in corso...