INGREDIENTI2 PORZIONI

  • Anguilla 3 etti
  • Finocchietto 1 rametto
  • Fegato di vitello 2 etti
  • Cipolla rossa di tropea 1 1 l
  • Pistilli di zafferano 20 pistilli
  • Grani di pepe di Tasmania 10 grani
  • Pistacchi q.b
  • Cioccolato fondente 25 g
  • Cime di rapa o cicoriette 2 etti
  • Gamberi 4
  • Vino bianco 1 bicchiere

Presentazione

Cristiano Cavolini
RICETTA DI:Cristiano Cavolini
Anguilla stufata su brodetto alla cipolla e zafferano con patente di fegato e nidi di cicoria con gambero di fiume. Grazie a questo piatto, vince la Mystery Box....

Preparazione

Per prima cosa sbollentare le cicoriette in acqua salata per qualche minuto. Fare poi raffreddare in acqua e ghiaccio affinchè si mantenga un bel colore vivo.Nel frattempo in acqua tiepida, macerare per circa dieci minuti i pistilli di zafferanno affinché rilascino il loro caratteristico colore.

Fare un soffritto di cipolla e aggiungere l’anguilla precedentemente tagliata in pezzi di 5 centimetri circa.Lasciar cuocere per qualche minuto e sfumate con vino bianco.Aggiungere poi l’acqua allo zafferanno, un bicchiere d’acqua fresca ed il pepe in grani.Stufare a fuoco moderato per venti minuti abbondanti.

Per il fegato di vitello: partire da un soffritto di cipolla, aggiungere il fegato tagliato grossolanamente, rosolare e sfumare con il rimanente vino bianco. Far cuocere per venti minuti circa.

Una volta cotto, porre in un frullatore ad immersione insieme al rametto di finochietto, i pistacchi ed il cioccolato. Frullare aggiungendo l’olio fino ad ottenere la consistenza del patè. Questa preparazione sarà la base del piatto.

Sgusciare i gamberi e scottarli in padella per qualche istante con olio, sale e pepe ed infine, renderli tartare.Per finire, ripassare in padella le cicoriette lessate con olio, sale e pepe.

Prendere un piatto piano e dopo aver individuato il centro preciso, formare un cerchio di patè con l’aiuto di un coppapasta.Formare ora con la cicorietta tre nidi e adagiarli delicatamente sopra il patè di fegato.A questo punto prendere delle pinze e inserire all’interno dei nidi la tartare di gambero.Alla base del patè, porre tre bocconcini d’anguilla ed il loro sughetto.


DAI IL TUO VOTO ALLA RICETTA!

Fai sapere agli chef quanto ti è piaciuta.

PUBBLICITÀ

Vedi le altre ricette

vuoi vedere altro?