INGREDIENTI

  • Per la pasta fresca

    Farina 00400 g
  • Uova4 tuorli
  • Spinaci35 g
  • Per la besciamella

    Latte200 ml
  • Burro15 g
  • Farina 0015 g
  • Noce moscata q.b.
  • Olio di arachidi q.b.
  • Per la salsa

    Burro35 g
  • Panna20 g
  • Prosciutto cotto70 g
  • Parmigiano100 g
  • Brodo Vegetale1 l
  • Olio Evo q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
pubblicità

presentazione

preparazione

Preparare la besciamella mettendo in una pentola a scaldare il latte con sale, pepe e noce moscata, fino al raggiungimento del punto di fumo cioè 80/90°C (non bollire).

In un’altra pentola mettere a sciogliere il burro, una volta sciolto aggiungere la farina e girare il tutto con una frusta. Quando il burro e la farina cuociono aggiungere un po’ di olio di arachidi. Togliere il roux dal fuoco e versarlo nel latte. Il roux serve a dare densità alla besciamella. Cuocere fino a quando il latte non bolle diventando denso (per circa 10 minuti).

Dedicarsi poi alla salsa: sciogliere il burro in una larga casseruola e rosolare il prosciutto finché il suo grasso si è sciolto. Bollire la panna vivacemente finché si è ridotta a metà ed unirla al prosciutto, aggiungere anche la besciamella e tenere da parte.

Lavare, asciugare con carta assorbente da cucina, le foglie di spinaci, tagliarle a julienne e tenere da parte. Mettere in una pentola acqua leggermente salata,
portare a bollore, buttare gli spinaci a cuocere, far raffreddare e tritarli finemente.

Setacciare con cura la farina sulla spianatoia, formare la fontana, mettere al centro le uova e un pizzico di sale e gli spinaci tritati. Sbattere con una forchetta di legno le uova. Incorporare la farina con la punta delle dita, partendo dai bordi della fontana. Lavorare con le mani il composto per 15-20 minuti, amalgamando bene gli ingredienti e avendo cura di cospargere di tanto in tanto la spianatoia con un poco di farina. Aggiungere, se fosse il caso, acqua calda.

Continuare in questo modo fino ad ottenere un impasto sodo e omogeneo, quando nella pasta iniziano a vedersi delle bollicine, raccoglierla formando una palla. Lasciarla riposare in una ciotola per 30 minuti.

Tirare la sfoglia a mano, con il mattarello lavorandola ancora con le mani per alcuni minuti e poi appiattendola con il mattarello e allargandola fino a formare un grande disco di spessore sottile ed omogeneo. Lasciar riposare per 10 minuti coperta da un telo. Ricavare poi i tagliolini e stenderli su un canovaccio in attesa di cuocerli.

Mettere in una pentola il brodo vegetale, portare a bollore, buttare i tagliolini, aggiungere nel brodo bollente qualche goccia di olio per evitare che la pasta fresca si attacchi, cuocere alcuni minuti (circa 3 ma dipende anche dallo spessore della pasta). Scolarli al dente e versarli nella casseruola con la salsa, mescolare e regolare di sale e pepe.

Trasferire il tutto in una larga pirofila da forno, cospargere con il parmigiano e mettere sotto il grill per alcuni minuti, finché la superficie si sia dorata.

Servire in tavola i taglierini verdi gratinati al prosciutto ad ogni commensale su piatto individuale.

SEGUI @MASTERCHEF_IT